E’ cosi dura innovare, vero Gnome?

Eh già, l’annuncio parla chiaro i developer di Gnome “non se la sentono” di fare un qualcosa che non rispecchi il loro standard di “alta qualità” e cosi posticipano il rilascio della terza versione a Marzo 2011. Rilasciando comunque la loro bella versione stabile 2.32 con le solite 4 modifiche di cui i vantaggi concreti ottenuti sono dubbi e dove una volta provata, viene sempre da dire, con quell’amaro in bocca, “tutto qui”?

Ma a questo punto, dico io, se davvero volete rispettare questi canoni un po debian like, ma allora perché vi imponete delle date di rilascio? Rilasciate questo benedetto gnome3 *quanto è pronto* oppure cacciate le biglie e rilasciatelo cosi com’è, come hanno fatto gli amici di KDE, perché non esiste un cambiamento perfetto.

Gnome ha sempre fatto quei piccoli passettini e molti delle caratteristiche funzionali le ha ottenute dai programmi che ha integrato, perché la gestione interna, ovvero quella dell’aspetto grafico, delle periferiche, dei file, della rete… è state bene o male sempre la stessa.

Sono curioso di vedere la reazione della comunità del software libero dopo questo ennesimo FAIL.

7 Risposte to “E’ cosi dura innovare, vero Gnome?”

  1. calca Says:

    secondo me, sbagli in pieno.

    1) negli anni al 2.x ha subito profondi cambiamenti e stravolgimenti della stessa. forse a livello di UI non ci sono stati colpi di scema ma tutto l’ambiente è maturato parecchio .. (prova a confornare con la 2.0 con la 2.30)

    2) sarebbe un FAIL il rilascio della 3.0 ora. la 3 ha diverse potenzialità solo sfiorate ed abbozzate (prima di tuto la shell) e altri 6 mesi di ciclo non fa che bene al futuro gnome.

    3) perchè il motto “release when it’s done” non funziona. è stato un problema per le precedenti generazioni del sw opensource. una programmazione dei rilasci garantisce maggiore qualità a tutto il desktop

  2. fabioamd87 Says:

    ci saranno anche stati cambianti radicali, ma piu che altro al “motore” interno di gnome, ai vari framework, come ad esempio la deprecazione di libgnome e libglade, anzi, dalla 2.28 alla 2.30 solo quello hanno fatto si puo dire, all’utente finale, di questi “dettagli” importa poco.

    poi non mi puoi dire: altri 6 mesi non fanno che bene e poi bocciarmi l’idea del rilascio quando è pronto, perché o fissi una data e la rispetti, o fai come pare a te, ricordo che è la seconda volta che viene rimandato.

  3. gian Says:

    Ciao Fabio,
    non so che mestiere tu faccia, quali sono i tuoi studi o i tuoi interessi ma ti parlo come programmatore di software di professione.
    Se per caso tu avessi seguito corsi di “analisi e progettazione del software” come ho fatto io sapresti che, dopo una prima analisi iniziale, una data di fine lavori stimata va SEMPRE messa. Questo non per bullarsi alla fine se si finisce prima o deprimersi se si finisce dopo ma ( soprattutto per progetti grandi dove ci sono tanti sviluppatori ) per riuscire a coordinare ogni singola persona e monitorarne lo stato.
    Va di per sè quindi che su un progetto come “Hello world” la data sarà esatta ma su un progetto come può essere Gnome o altro subirà notevoli cambiamenti. Ci saranno sviluppatori che finiranno prima del previsto e altri che lo faranno dopo ma ti assicuro che fissare date intermedie e finale è una cosa che deve essere fatta!
    Quindi non lamentiamoci su queste cose se non sappiamo come funzionano. Dalla mia esperienza di sviluppatore ti dirò che è molto facile che la data di rilascio del software venga posticipata ma senza quella pianificazione corri il rischio di fare cose “alla cxxxx”, male e non coese con il lavoro degli altri sviluppatori.

    PS: riguardo ai tuoi amici di KDE ( non tifo per uno o per l’altro DE ), si è vero, tu dici “rilasciatelo cosi com’è”…. non so se hai visto KDE ultimamente…. Non lo dico solo io ma rilasciando “così com’è” ti trovi un DE allo stato attuale con sistema di notifiche che fa pena, kwin che stà sforzando tutti i pc se attivi gli effetti, ridimensionare una finestra sembra di stare su windows 98, programmi che crashano….. certo forse per un KDEista va bene ma lo spirito di Gnome è semplicità e STABILITA’

    Ci sarebbe da parlare per ora su quella data di rilascio visto che i corsi per imparare a gestirla sono di ore e ore ma non penso sia questa la sede, volevo solo farti presente la cosa per farti capire perchè esiste, perchè molte volte si cambia e perchè è importante averla

  4. Neff Says:

    Il posticipo di GNOME 3 è un’idea sensata e responsabile. In tutti questi anni GNOME è stato scelto dai distributori soprattutto per via della sua stabilità e semplicità, un obiettivo ricercato giorno per giorno e che si è tradotto in uno sviluppo incrementale, dove si ragiona di più su “cosa è veramente necessario” che non su “cosa possiamo aggiungere”. È una questione di filosofia. Mentre GNOME lavora dietro le quinte, aggiungendo piccoli ritocchi qui e la e riscrivendo codice, correggendo bug e migliorando la stabilità, KDE preferisce puntare sull’innovazione, e la sperimentazione. Se KDE 4 ha fallito e non è riuscita a riconquistare gli utenti persi dai tempi di KDE 3 è in gran parte per via di questa stessa filosofia che ha mancato di produrre un ambiente stabile e usabile al 100% con il rilascio della versione 4.0 di KDE. GNOME evidentemente non vuole correre lo stesso rischio e preferisce preparare un avvio col “botto” del progetto GNOME 3, senza rischiare di perdere utenti per strada. Come detto, credo si tratti di una scelta più che responsabile. Per quanto riguarda le scadenze ti assicuro che è importantissimo darsene sempre per ogni cosa che si fa, sia nel mondo del software che nella vita di tutti i giorni. Senza una scadenza non si riesce a lavorare, si rimandano le sfide più difficili e i progetti non arrivano mai a conclusione. Se le cose non dovessero funzionare una scadenza si può sempre posticipare!

  5. Marco Says:

    Meglio un posticipo per uscire al meglio che vivere l’odissea di KDE4. Instabilità, programmi non compatibili e caos totale.

  6. Niff Says:

    Dopo l’odissea di KDE4 ci troviamo con un bel ambiente grafico moderno… gnome mi sembra kde3.5.10 funziona bene stabilissimo qualcuno lo rimpiange ancora.

  7. fabioamd87 Says:

    Riguado la data di riascio, io credo una cosa sia fissarsi una data di rilascio *interna*, un’altra sia quella dell’annunciarla in una conferenza pubblica come il GUADEC, con tanto di slide a effetto.

    @gian
    studio telecomunicazioni, per adesso mi stò cimentando con la programmazione ad oggetti di c++, credo quella tipologia d’esame non la prevede il mio corso.
    ciao!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: