Archive for the ‘Archlinux’ Category

Impostare il refresh ration del monitor su Gnome Shell

26 ottobre 2013

Mi ci stò impazzendo da giorni ma l’ho appena scoperto come fare, in particolare volevo impostare la massima frequenza del monitor per evitare un fastidioso sfarfallio dei caratteri.

Stante il fatto che vorrei evitare come la morte la modifica del file /etc/X11/xorg.conf, che fa molto anni ’80 e un po’ spinto anche dalla comodità di altri sistemi operativi, mi sono buttato alla ricerca di qualche soluzione alternativa, la prima che ho trovato è stata quella di dare il comando

xrandr --rate valore

soddisfatto, ma fino ad un certo punto. (Non posso certo mettermi ad aprire un terminale e dare questo comando ogni volta che accendo o riavvio il computer, e non ho voglia neanche di capire come si faccia uno script che me lo esegua automaticamente ad ogni avvio di Gnome)

Cosi ho continuato la mia ricerca, venendo a conoscenza di un paio di tool grafici per randr (Resize and Rotate), venendo a conoscenza di progetti come urandr (del nostro Alberto Milone) e arandr.

taglio secco, il primo installato da A.U.R. non parte proprio (command not found) e neanche a farlo partire localmente con python.

Il secondo invece parte, permette di cambiare risoluzione, rotazione, ma non fa quello che voglio, ovvero cambiare frequenza!

Confesso che mi son anche messo anche a leggere un po’ i sorgenti, sempre in python per cercare di capire come funzionava e se era possibile aggiungere questa funzionalità ma ho presto lasciato perdere quando ho capito che il programma non utilizzava una libreria apposita ma si limitava a richiamare il comando xrandr, copiarne il contenuto e propolo all’utente, permettendo modifiche sempre richiamando il comando, insomma una sorta di wrapper al comando xrandr.

Insomma, alla fine la soluzione definitiva si nascondeva proprio li, nel file

~/.config/monitors.xml

nella sezione “rate”, e questo è tutto, per ora.

edit: sembra che neanche questo medoto sia funzionante, ho trovato per ora un’altra soluzione.

Annunci

[Archlinux] un update di obexd-client rende il bluetooth non funzionante su GNOME

25 agosto 2012

La versione 0.47 di obexd-client cambia il nome dell’interfaccia DBUS contentente i metodi per usare il bluetooth (da org.openobex.client a org.bluez.obex) e cosi GNOME non funziona più, ovvero non invia file non esplora i dispositivi e non cerca connessioni DUN su smartphone dotati di connettività 3G. (forse per questo motivo attualmente quest’ultima funzione su Ubuntu và mentre su Archlinux no)

The name org.openobex was not provided by any .service files

2 le domande: l’esigenza di fare questo cambio di nome e il motivo per cui questo pacchettò è andato in extra senza essere stato ben provato in testing.

link al bug

Firefox 13 e l’accelerazione hardware!

6 giugno 2012

edit: come fattomi notare (e da me verificato sulla versione precedente installata sul notebook) Firefox possedeva già questa feature, ciò che invece è stato introdotto di default è SPDY che va si a migliorare la velocità, ma quella del trasferimento dati. (link)

Non so quante versioni fa era stata promessa questa feature, ma finalmente è possibile trovarla nel menù:

Immagine

Ps: un applauso come sempre alla prontezza dei packagers ArchLinux nell’aggiornare la nostra distro.

Comandi utili ArchLinux

13 marzo 2012

prima di tutto ci tengo a precisare: questa non è una lista di comandi utili per ArchLinux, o almeno… non adesso.

E’ più che altro un appunto personale, facilmente ragiungibile da ogni pc connesso alla rete internet.

bene, andiamo subito al sodo:

Generare l’immagine initramfs sul kernel stock (linux)
mkinitcpio -p linux

Capire perché un servizio non parte (dovete appartenere al gruppo systemd-journal)
journalctl -u avahi-daemon.service

Controllare l’integrità del file /etc/group ed /etc/gshadow
grpck

Visualizzare l’albero delle dipendenze di un pacchetto
tree